Perdita d'acqua nel condominio: chi paga?

 

L'arrivo di una bolletta dell'acqua con importi nettamente superiori ai precedenti, non è un fatto tutt'altro che raro.

Una perdita occulta nell'impianto idrico è qualcosa che può essere capitato a chiunque ma in una realtà condominiale chi deve pagare gli importi che sono stati addebitati?

 

Esistono 2 condizioni principali:

  1. Perdita all'interno di un abitazione privata ( intendendo per private le condotte che dalla colonna montante  condominiale derivano ed entrano nell'abitazione)
  2. Perdita sulle colonne montanti (ossia tutte le tubazioni principali dell'acqua calda, fredda, e riscaldamento che    utilizzano parti comuni del condominio per "alimentare" tutte le singole utenze)

Ipotesi n. 1. Le spese di ricerca, demolizione e ripristino devono essere tutte sostenute dal singolo condomino e proprietario dell'immobile, il quale si potrà avvalere della propria assicurazione privata per il rimborso delle spese ( se assicurato). Nel caso poi, il condomino sia solo un affittuario e trattandosi di eventi straordinari, tali oneri dovranno essere tutti a carico del proprietario dell'immobile.

 

Ipotesi n.2. In questo caso il danneggiamento è stato individuato in una parte comune del condominio come ad esempio l'impianto di irrigazione, la rete antincendio (se presente), la colonna montante dell'acqua fredda o del riscaldamento e l'impianto dell'acqua calda.

La ripartizione degli oneri in tale caso verrà suddivisa in base ai millesimi condominiali . Lo studio di amministrazione potrà poi avvalersi della copertura assicurativa per il rimborso di tali spese.

 

Dott. Moretti 

Uff. Tecnico 

-------

 

Siete in una situazione del genere? Prima di demolire casualmente contattateci per una consulenza gratuita!

Compila il FORM ed invia.

 

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

 

SARETE RICONTATTATI DAL NOSTRO UFFICIO TECNICO ENTRO 24 ORE DALLA VOSTRA RICHIESTA.

 

AVETE UN EMERGENZA? >>> Infoline tecnico: 333 16 705 72

Scrivi commento

Commenti: 0